Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 29 giugno 2016

La domenica ecologica tra biciclette e cani
Stancanelli: "Una festa a costo zero per Catania"

In migliaia nel centro storico per la giornata nazionale dedicata all'ambiente. Al parco Gioieni grande successo per "Festa del cane", tra proprietari, veterinari e appassionati. In città musei aperti con mostre ed esposizioni

CATANIA - Migliaia di catanesi si sono riversati oggi nei parchi e nelle strade cittadine per una domenica di maggio densa di iniziative culturali ed ecologiche che hanno animato il capoluogo etneo, con la gran parte del centro storico trasformata in una grande isola pedonale.

“Una domenica speciale – ha commentato il sindaco Stancanelli che ha seguito personalmente le manifestazioni- all’insegna della conoscenza della città e dei suoi musei, del rispetto degli animali, dell’ambiente con la Giornata della Bicicletta, e per questo ringrazio i cittadini che sono affluiti numerosi nelle tante iniziative di una giornata dedicata alle mamme”.

Particolare successo ha avuto la “Festa del Cane” che si è svolta nel Parco Gioeni, il più grande giardino della città che ha visto insieme cani, padroni e volontariato, iniziativa promossa dall’assessore alla Sanità e al progetto animali Vittorio Virgilio in collaborazione con il settore veterinario dell’Asp, le società di volontariato: Esaf- protezione civile sezione cinofila, A.n.t.a., Associazione amici degli animali, Associazione diversamente Sicilia, S.o.s. Randagi, e i componenti del gruppo folk Ciaudà che insieme al comico Sandro Vergato sono stati testimonial dell’iniziativa animalista.

“La grande adesione all’appuntamento del parco Gioeni per cui abbiamo lavorato diverse settimane - hanno detto il sindaco Stancanelli e l’assessore Virgilio recandosi al Parco Gioeni- è solo l’avvio di un progetto di protezione degli animali la cui riuscita vede tutti coinvolti istituzioni, cittadini e volontariato per mettere in moto comportamenti corretti che portino alla scomparsa del randagismo e a un’assistenza sanitaria per i nostri amici a quattro zampe finalizzata poi all’adozione. Questa festa e il successo dell’iniziativa ci confortano”.

Tra gli obiettivi dell’amministrazione e dell’assessore Virgilio per proteggere “il fedele amico dell’uomo” un rifugio sanitario dove i cani, potranno essere condotti, censiti, curati e reinseriti in un nuova famiglia adottiva; monitoraggi nei quartieri per segnalare i casi critici, l’istituzione del banco alimentare del cane in collaborazione della grande distribuzione che darà via gli alimentari già scaduti, l’adozione degli animali con l’aiuto anche di presidi territoriali come le parrocchie, delle aree di sgambettamento per i cani e delle oasi sanitarie dove la traccia dei bisogni fisiologici dell’animale venga prontamente ripulita.

Particolare gradimento ha avuto tra i catanesi amanti degli animali anche la campagna contro la vivisezione in Spagna e l’acquisto di un’ambulanza per gli amici a quattro zampe, che hanno partecipato attraverso l’acquisto di gadget e del cd dei Ciaudà che hanno devoluto il 40% del ricavato a questo scopo.

Uno spettacolo di colori e relax anche il percorso di trenta chilometri disegnato dai tecnici del Comune di Catania, che ha aderito alla giornata nazionale della bicicletta, che ha permesso a famiglie intere di girare per le strade senza pericoli e che si sono riversate nel centro per godere delle bellezze monumentali del centro cittadino.

“Una bella festa che ci ha confermato di come bisogna insistere nell’allargamento dell’isola pedonale nel nostro centro storico che va riservato ai pedoni e a chi si muove sulla bici o coi mezzi pubblici –ha detto il sindaco Stancanelli- i nostri monumenti museali che anche oggi sono stati aperti e visitati da cittadini e turisti che hanno apprezzato questa domenica di primavera che anche grazie a queste manifestazioni, tutte rigorosamente a costo zero per il Comune, all’insegna del rispetto dell’ambiente e della solidarietà, in una Catania che oggi è sembrata ancora più bella del solito”.






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.