Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 21 agosto 2017

Dario Fo attacca Silvio
"Ci blandisce con la tv"

Da Catania, dove dirigerÓ "Il barbiere di Siviglia", il premio Nobel tenta di scuotere le coscienze: "La gente viene educata a fregarsene e a pensare che vincano i furbi. Con la cultura non si mangia? Il ministro che l'ha detto Ŕ un cretino"

CATANIA - "Viviamo in un Paese dove un uomo solo ha quattro televisioni e non so quante radio, ha giornali e addirittura una squadra di calcio: tutte cose che gli servono per blandire e fare stare calma la gente". Non ha parlato solo di teatro Dario Fo alla presentazione de 'Il barbiere di Siviglia', di cui cura regia, scene, costumi e luci, e che debutterà martedì prossimo al Bellini di Catania.

"Si è educato il pubblico a fregarsene - ha aggiunto il premio Nobel per la letteratura -; la gente pensa che è il furbo che vince e quindi il messaggio per tutti è: arrangiati anche tu".

Fo non ha fatto giri di parole: "C'è stato un ministro dell'Economia che ha detto che con la cultura non si mangia e io dico che è un'affermazione da cretini, perché non è vero. La cultura è fondamentale per l'uomo; e lo dico in Sicilia, terra dove è nato il teatro in Europa".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.