Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedė, 17 agosto 2017

Pubblicato: 26/05/2008

Carla Bruni veste "Made in Sicily"

L'abito grigio in lana leggera firmato Dior e indossato dalla first lady francese durante la visita ufficiale in Inghilterra č stato realizzato da un'azienda a San Marco d'Alunzio

S. MARCO D'ALUNZIO (MESSINA) - L'abito grigio, in lana leggera, firmato Christian Dior, indossato dalla prima donna francese Carla Bruni durante la visita ufficiale in Inghilterra, è stato realizzato in Sicilia, a San Marco d'Alunzio, un piccolo paesino dei Nebrodi.

Il capo in tessuto grisaglia è stato confezionato dall'azienda "San Lorenzo" che produce in Sicilia per i più importanti marchi di moda nazionali e internazionali. La notizia è emersa durante la recente visita a San Marco d'Alunzio di una delegazione giapponese rappresentata dal presidente Mr Shin-Ichi Tsuji e da altri tredici componenti tra cui il direttore tecnico, stilisti e modellisti di un noto marchio di moda giapponese.

"L'amministratore della Christian Dior - racconta il titolare dell'azienda Filippo Miracula - ci ha contattato per commissionare la confezione dell'abito per la signora Bruni. Così in 48 ore il vestito è stato realizzato e spedito a Parigi. La first lady francese lo ha indossato durante la visita ufficiale in Inghilterra".

L'azienda "San Lorenzo", che opera a San Marco d'Alunzio dal 1986, ha un fatturato di 5 milioni di euro l'anno e produce 60mila capi ogni anno per marchi di moda del calibro di Armani a Burberry's, Zegna, Valentino, Ralph Lauren. Alle dipendenze dell'azienda messinese 130 operai che provengono dai comuni limitrofi.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo č necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, č possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso č necessaria la verifica, basterā cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.