Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 23 ottobre 2017

Pubblicato: 13/05/2008

Contrada resta in carcere

Rigettato dal giudice di sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere l'ennesimo ricorso degli avvocati difensori dell'ex funzionario del Sisde, che annuncia che non avanzerà altre richieste di differimento della pena

CATANIA - Il giudice di sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere, Daniela Della Pietra, ha rigettato l'ennesima richiesta di scarcerazione per gravi motivi di salute di Bruno Contrada, detenuto nel carcere militare campano per scontare una condanna a 10 anni di reclusione per concorso esterno all'associazione.

Secondo quanto annunciato ieri dallo stesso ex funzionario del Sisde quella respinta dal magistrato sarà l'ultima richiesta di differimento della pena avanzata dall'ex 'superpoliziotto' per "motivi di dignità personale".

Il legale di Contrada, l'avvocato Giuseppe Lipera, contesta la decisione del giudice Della Pietra presa, sostiene, "Il penalista si chiede "come mai non può essere scarcerato Contrada mentre gli arresti domiciliari per motivi di salute furono concessi a Erich Priebke, a Ovidio Bombressi prima della grazia e a Silvia Baraldini".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.