Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 26 giugno 2017

Pubblicato: 06/11/2010

In incognito per multare chi sporca

A Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, vigili urbani in abiti civili e con l'auto privata del sindaco. "Siamo stanchi di vedere il nostro territorio invaso da rifiuti"

CHIARAMONTE GULFI (RAGUSA) - Vigili urbani in abiti civili e con l'auto privata del sindaco per scovare quanti abbandonano rifiuti lungo le strade extraurbane: è la trovata messa in atto a Chiaramonte Gulfi, nel Ragusano, che è sfociata nella multa a un cittadino di Comiso sorpreso a gettare un sacco di spazzature in strada.

Il controllo, dalla pattuglia 'civetta', è stato eseguito in contrada Serravalle, quasi al confine col territorio comisano, dove da tempo si continuano a buttare rifiuti, tanto che l'aria rischia di trasformarsi in una discarica. Così,  la polizia municipale, su disposizione del sindaco Giuseppe Nicastro, hanno compiuto dei controlli nella zona e per rendersi non riconoscibili hanno agito in borghese e utilizzando al posto della vettura di servizio l'auto del sindaco.

"Siamo stanchi di vedere il nostro territorio invaso da rifiuti d'ogni genere - ha spiegato il sindaco Nicastro - e di spendere soldi per la bonifica di questi siti. Saremo assolutamente inflessibili e chi sbaglia pagherà".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.