Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 22 ottobre 2017

Pubblicato: 04/05/2008

Escursionista salvato sull'Etna

Un turista tedesco si Ŕ accasciato sulla pietra lavica, ad oltre 3mila metri d'altezza, per uno strappo muscolare da stress. Provvidenziale l'intervento di un vulcanologo, che ha prontamente allertato i soccorsi

CATANIA - Un turista tedesco che ha fatto un'escursione solitaria delle zone sommitali dell'Etna è stato soccorso da militari del soccorso alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi e condotto nell'ospedale "Cannizzaro" di Catania con un elicottero del "118".

A notare l'uomo a terra, a quota 3.200 metri, in una zona compresa tra il cratere centrale e quello di nord-est, è stato un vulcanologo dell'Ingv al rientro da sopralluoghi in vetta dopo i recenti eventi sismici registrati sul vulcano attivo più alto d'Europa.

L'escursionista era accasciato sulla pietra lavica per uno strappo muscolare dovuto allo stress da salita, che ha compiuto a piedi da solo. A recuperarlo sono stati i militari del soccorso alpino della  Guardia di Finanza di Nicolosi




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.