Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 24 giugno 2017

Pubblicato: 20/08/2010

La Cina è vicina: alla Sicilia

Grandi banche asiatiche interessate a infrastrutture nell'Isola: è quanto emerso da tre incontri con una delegazione della Regione

PALERMO - Grandi banche e fondi sovrani cinesi sono disponibili, con opportune intese finanziarie, a realizzare un programma strategico di infrastrutture in Sicilia. E' quanto emerso da tre incontri con istituzioni economiche cinesi durante la visita nel paese asiatico della delegazione siciliana, che ha illustrato il piano strategico della Regione per le infrastrutture e il progetto del ponte sullo Stretto di Messina.

Le istituzioni interessate sono il dipartimento per gli investimenti speciali del China Investment Corporation (Cic) rappresentato dal responsabile associato Fuxin Sheng; l'International Cooperation Business Department della China Development Bank rappresentato dal capo divisione Lu Min Tao, e il Bureau del Trasporto marittimo del ministero delle Comunicazioni rappresentato dal vicedirettore generale Zhang Shouguo.

A questi incontri hanno preso parte, per la Regione siciliana, l'assessore Mario Centorrino e il dirigente generale Francesco Attaguile. Nell'incontro con il vice direttore del museo nazionale di Pechino, Huang Zhen Chun, il dirigente generale Gesualdo Campo ha espresso il desiderio della Regione di ricambiare - in occasione dell'anno della cultura cinese in Italia che inizierà il prossimo autunno - l'ospitalità ricevuta nel 2006, anno dell'Italia in Cina, per la mostra "Continente Sicilia, 5000 anni di storia". La Regione è stata invitata a partecipare alla Fiera di Canton sul settore agroalimentare.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.