Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 27 giugno 2017

Pubblicato: 23/05/2010

Alfano: "Boss sono uomini senza onore"


ROMA - "Ma quale onore? I mafiosi sono uomini senza onore e senza dignità. Riprendiamoci le parole a cui la mafia ha dato un valore distorto come onore, famiglia e rispetto" ha detto il ministro della Giustizia Angelino Alfano intervenendo al convegno organizzato per il diciottesimo anniversario della strage di Capaci. "Loro chiamano infami quelli che collaborano con la giustizia - ha aggiunto  il Guardasigilli - ma i veri infami sono loro".

"L'esempio di rettitudine di Giovanni Falcone resti un punto di riferimento da seguire per noi tutti - ha sottolineato il presidente del Senato Renato Schifani nel messaggio inviato a Maria e Anna Falcone - Straordinario esempio di ferma determinazione e serena dedizione alla legge e alla propria coscienza spinta fino all'estremo sacrificio. Giovanni Falcone ha donato la sua intelligenza e la sua vita per difendere i nostri valori più importanti, mosso dalla volontà di preservare dall'oppressione criminale il nostro futuro, il futuro dei nostri figli".

"Il suo sacrificio - prosegue il presidente del Senato - ha cambiato molte cose: ha arricchito le nostre coscienze e ha contribuito in maniera decisiva alla diffusione della cultura della legalità e della lotta al fenomeno mafioso, soprattutto tra i giovani. Ed è proprio l'albero di Falcone, quella grande magnolia piantata davanti all'abitazione dopo la sua uccisione, a rappresentare uno dei simboli più concreti e commoventi della lotta per la legalità".

"Attorno all'albero si riuniranno studenti provenienti da tutta Italia per lasciare un messaggio a riprova del fatto che la mafia non è solo un problema della Sicilia ma di tutti coloro che vogliono un cambiamento. Che la sua tragica scomparsa e il suo esempio di rettitudine  - conclude il presidente Schifani - resti un punto di riferimento da seguire nella vita quotidiana e in ogni comportamento per noi tutti".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.