Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 24 agosto 2017

Energia, Sicilia prima per gare in project financing


PALERMO - La Sicilia è prima in Italia per numero di iniziative di project financing nel settore energetico, 33 gare su un totale in Italia di 206. La maggior parte dei progetti sono ricollegabili al comparto delle rinnovabili (21 iniziative) con una forte prevalenza del solare fotovoltaico. È quanto è emerso nel corso del convegno Impresa e Finanza insieme per le energie sostenibili, organizzato da Intesa Sanpaolo a Palermo, in occasione della settimana europea delle energie sostenibili promossa dall'Ue.

La Sicilia è anche la prima regione nel Sud per consumi di energia elettrica (il 23% dei consumi totali del Mezzogiorno nel 2008) ed una delle più attive nel settore delle fonti rinnovabili. In particolare, è seconda al Sud (dietro la Puglia) per quantità di energia prodotta sia da fonte eolica (1.044 GWh prodotti nel 2008) che da fonte solare (10,7 GWh nel 2008). Rispetto al numero totale degli impianti installati (1.618 impianti installati nel 2008), l'Isola è seconda al sud ancora dietro la Puglia.

Per Salvatore Immordino, direttore area Sicilia di Intesa Sanpaolo, "il raggiungimento di obiettivi virtuosi in tema di crescita delle energie rinnovabili e di risparmio energetico conferma la natura strutturale e non congiunturale delle attività di investimento connesse al tema dell'energia, soprattutto in Sicilia, dove si può e si deve svolgere un ruolo strategico per lo sviluppo delle attività correlate".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.