Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 25 giugno 2017

Pubblicato: 31/01/2010

Uccide la moglie e si costituisce

La tragedia si è consumata in un'abitazione del centro storico di Canicattì. A innescare l'aggressione è stato un litigio nel corso della notte. La vittima è una donna di 53 anni. L'omicida, Calogero Onolfo, 72 anni, ha riferito tutto ai carabinieri

CANICATTÌ (AGRIGENTO) - Una romena di 53 anni, Costanta Paduraru, è morta a Canicattì dopo che il marito pensionato l'ha accoltellata durante la notte.

Fra i due ci sarebbe stato un litigio al termine del quale la donna è stata colpita ripetutamente con un fendente. Dopo qualche ore, l'aggressore si è costituito ai carabinieri.

L'omicida, Calogero Onolfo, 72 anni, pensionato, ha raccontato di aver ucciso a coltellate la moglie, Costanta Paduraru, 53 anni, dalla quale si stava separando. Il grave fatto di sangue è avvenuto a Canicattì, nella zona di San Domenico.

Onolfo avrebbe chiesto di parlare con la moglie per un chiarimento: di fronte al rifiuto della donna, l'uomo ha estratto un coltello da cucina e l'ha colpita ripetutamente in preda ad un raptus. Nell'abitazione, ubicata nel centro di Canicattì, è stata subito mandata un'ambulanza, ma durante il trasporto in ospedale la donna è deceduta.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.