Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 24 ottobre 2017

Pubblicato: 16/08/2009

Incidenti e paura alle Eolie

Un gommone di 13 metri è finito sugli scogli di Tre Pietre, mentre un veliero si è schiantato a Punta Brigantino. Nessuna conseguenza per i turisti dei due natanti. Più tardi un aliscafo della Ustica Lines è finito in secca, mentre un semi-cabinato ha rischiato di affondare tra Lipari e Vulcano

LIPARI (MESSINA) - Nottata di incidenti nell'arcipelago eoliano, protagonisti turisti alle prese con piccole disavventure in barca.

Tragedia sfiorata nell'isola di Salina, dove un gommone di 13 metri è finito sugli scogli di Tre Pietre. A bordo si trovavano turisti francesi ed inglesi e il proprietario del gommone R.G., originario di Palermo. I vacanzieri sono rimasti leggermente contusi e sono stati tratti in salvo da una motovedetta della Guardia costiera.

A mezzanotte altro Sos. Un natante con sette turisti a bordo si è schiantato a Punta Brigantino, sempre a Salina. L'impatto è stato talmente forte che il veliero è quasi affondato. Leggermente contuse le sette persone. Anche in questo caso è intervenuta la Guardia costiera, che ha messo in sicurezza il natante e soccorso i malcapitati.

Per ironia della sorte, i turisti del gommone facevano parte dello stesso gruppo del veliero. Avevano utilizzato il gommone per fare un notturno intorno all'isola. A Salina, sempre in località Punta Brigantino, era finito in una secca anche un aliscafo della "Ustica Lines".

Nel canale tra Lipari e Vulcano ha rischiato di affondare un semicabinato con sei persone a bordo, tra cui due bambini.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.