Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 22 agosto 2017

27 milioni per i distretti socio-sanitari


PALERMO - In arrivo oltre 27 milioni di euro, quale saldo per il 2008, per i 55 distretti socio-sanitari della Sicilia. Il provvedimento è stato firmato dall'assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e delle Autonomie locali della Sicilia, Caterina Chinnici.

"Tra le linee programmatiche del Governo - afferma l'assessore - c'è certamente l'attenzione nei confronti della famiglia, delle categorie deboli, disagiate e dei soggetti disabili o non autosufficienti. In quest'ottica si inserisce il buono socio-sanitario, come segno tangibile dell'attenzione della Regione verso i meno fortunati".

Il decreto assegna 27,559 milioni di euro, che si aggiungono ai 7 che erano già stati trasferiti a dicembre scorso e che serviranno a soddisfare tutte le richieste pervenute per il 2008. Si tratta di 20.065 istanze presentate da disabili gravi, anziani e persone non autosufficienti. A ciascuno, attraverso i distretti socio sanitari, verrà erogata un'indennità di 1.722,40 euro (di cui 348,87 già erogati).

"È un provvedimento - riprende l'assessore - che si rivolge a persone che vivono in situazioni di grande difficoltà, non solo economica e che grazie al buono erogato dalla Regione potranno provvedere ad affrontare con maggiore serenità i problemi più gravi".

Nel 2008, il distretto siciliano ad aver raccolto il maggior numero di richieste è quello che vede come capofila il comune di Palermo (numero 42) con 4.484, per le quali riceverà 6,629 milioni di euro (che si sommano a poco più di un milione già assegnato in precedenza). Numeri decisamente inferiori nei rimanenti distretti: Agrigento (n.1) ha ricevuto 757 richieste, Caltanissetta (n. 8) 281, Catania (n.16) 508, Enna (n.22) 132, Messina (n.26) 708, Ragusa (n.44) 178, Siracusa (n. 48) 368, Trapani (n.50) 403.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.