Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 21 novembre 2017

Pubblicato: 12/06/2009

Condannato l'orco di Palermo

Nove anni di carcere per il trentottenne che ha abusato di una bimba di 13 mesi, figlia della convivente, e di una di 8 anni, sorella della ex moglie

PALERMO - Ha abusato di una bimba di 13 mesi mesi, figlia della convivente, e della sorella dell'ex moglie, che all'epoca delle violenze aveva 8 anni. Oggi, V. T., palermitano, 38 anni, è stato condannato a 9 anni di carcere. Il processo si è svolto in abbreviato davanti al gup di Palermo Angelo Pellino. L'imputato è stato interdetto in perpetuo dai pubblici uffici e dall'esercizio della potestà genitoriale.

La storia è venuta fuori nel 2007. L'uomo, vedovo, da mesi, era legato sentimentalmente alla madre della piccola. Una mattina, prima di andare al lavoro, ha portato la bimba alla nonna, che si è accorta che la nipotina aveva un'emorragia. Insieme al genero, ha accompagnato la bambina in ospedale. I medici hanno diagnosticato subito che a causare la perdita di sangue era stato un abuso sessuale. Inizialmente l'uomo ha raccontato che la bimba aveva urtato contro il lavandino.

Poi agli agenti della Mobile, chiamati dai sanitari, ha invece confessato di averla molestata. Una versione ripetuta davanti al pm che, nel frattempo, ne aveva disposto il fermo, poi la ritrattazione durante la convalida della misura. Al gip, infatti, il palermitano ha detto di essere stato costretto dai poliziotti a confessare una violenza mai commessa.

Appreso dell'arresto del palermitano l'ex cognata, sorella della moglie deceduta, ha deciso di raccontare quello che, per paura, non aveva mai rivelato. Alla madre ha riferito che l'uomo, quando aveva 8 anni, l'aveva volte violentata in due occasioni. La sua versione è stata ritenuta attendibile dagli psichiatri.

Il pm Alessia Sinatra aveva chiesto la condanna dell'imputato a 12 anni. Al processo si sono costituiti parte civile, attraverso l'avvocato Fabrizio Bellavista, l'ex suocera e la cognata vittima delle molestie, che ora ha 17 anni, e l'ex convivente e il padre della bimba violentata, assistiti dall'avvocato Andrea Dell'Aira. A tutte le parti civili sono stati riconosciuti 8mila euro a titolo di provvisionale immediatamente esecutiva.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.