Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 19 agosto 2017

Aereo inghiottito dall'Atlantico
a bordo anche italiani e 7 bambini

Un airbus dell'Air France partito da Rio de Janeiro con 228 persone e diretto a Parigi è sparito dai radar al largo delle coste brasiliane. Era entrato in una zona con forti perturbazioni. Trentini tre dei connazionali

PARIGI - Un aereo Air France diretto a Parigi con a bordo 228 persone, tra cui almeno 10 passeggeri italiani e 12 membri dell'equipaggio, è scomparso dai radar mentre era in volo sull'Atlantico al largo delle coste brasiliane tre ore circa dopo il decollo da Rio de Janeiro.

Secondo fonti aeroportuali parigine, non c'è "alcuna speranza" per l'Airbus. L'ipotesi più verosimile, ha indicato la compagnia, è che sia stato colpito da un fulmine, che ha danneggiato l'impianto elettrico, dopo essere entrato in una zona temporalesca con forti perturbazioni.

Tra i passeggeri anche sette bambini e un neonato. Trentini tre degli italiani a bordo: il direttore dell'Associazione 'Trentini nel mondo' Rino Zandonai, il consigliere della provincia autonoma di Trento Giovanni Battista Lenzi e il sindaco del comune di Canal San Bovo, Luigi Zortea.

I tre erano andati in Brasile per una serie di appuntamenti come l'inaugurazione di una piscina realizzata dall'associazione per i bambini con problemi di handicap. La delegazione aveva portato a Rio de Janeiro le sovvenzioni raccolte per la disastrosa alluvione che c'era stata qualche mese fa proprio in quella zona del Brasile: in tutto, circa 22 mila euro destinati alla costruzione di una scuola

L'ultimo contatto stabilito dall'Airbus è avvenuto tre ore dopo il decollo da Rio de Janeiro, alle 22.33 locali (1.33 gmt del lunedì). Lo ha reso noto il Centro di comunicazioni della Forza aerea brasiliana. L'aereo era decollato alle 19 della domenica dall'aeroporto internazionale Tom Jobim di Rio.

Dopo le prime notizie sulla scomparsa dell'Airbus, due caccia della Forza aerea brasiliana sono decollati sulla traccia dell'Air France scomparso, mentre due aerei specializzati in operazioni di soccorso, un P95 e un C130, sono partiti verso l'isola di Fernando de Noronha.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.