Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 18 ottobre 2017

Pubblicato: 18/05/2009

Nero d'Avola illegale nel Catanese

Durante i controlli dell'ispettorato di Palermo sono stati sequestrati migliaia di ettolitri di vino Igt non dichiarato al fisco. Soddisfatto il ministro Zaia: "Massima intransigenza per chi attenta alla qualità dei prodotti alimentari"

ROMA - L'Ispettorato Centrale per il Controllo della Qualità dei prodotti agroalimentari (Icq) di Palermo, durante i controlli in uno stabilimento vitivinicolo del catanese, ha scoperto un silos di oltre 10 mila ettolitri, manomesso e suddiviso in due parti da una paratia per trasportare anche carichi 'in nero' di prodotto. Lo annuncia il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia che, in una nota, "ringrazia l'Icq di Palermo per la brillante operazione, che ha portato al sequestro di vini illegali e di recipienti a doppio fondo".

In attesa dell'esito delle indagini di Polizia giudiziaria tuttora in corso, sono stati sequestrati sia il silos che i cinque ettolitri di prodotto contenuto nel contro-recipiente, in quanto non giustificati dalla contabilità di cantina.

Presso lo stabilimento sono stati sequestrati, inoltre, 750 litri di vino Nero d'Avola Igt Sicilia, sia imbottigliato che contenuto in bag in box, non giustificato dalla documentazione di cantina ed etichettato in difformità dalle prescrizioni di legge, per mancanza di indicazioni obbligatorie o con indicazioni non consentite.

Anche questa operazione, commenta il ministro, "dimostra che il nostro sistema di controlli funziona. Continueremo ad applicare la massima intransigenza per contrastare le attività illecite di chi attenta alla qualità e alla sicurezza dei prodotti alimentari, per ottenere facili profitti a danno dei nostri consumatori e produttori".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.