Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 18 ottobre 2017

Pubblicato: 21/03/2009

Sicilia, allarme disoccupazione

Secondo l'Istat, l'isola rimane la regione con il tasso più alto: 13,8% contro la media nazionale del 7,1%. La maggior parte degli occupati si trova nel settore dei servizi

PALERMO - La Sicilia rimane la regione con il più alto tasso di disoccupazione in Italia, pari al 13,8% quasi il doppio della media nazionale che si attesta al 7,1%, anche se nel quarto trimestre del 2008 nell'Isola la percentuale di persone senza lavoro è cresciuta meno della media Paese: 0,3% a fronte dello 0,5%. E' quanto emerge dall'ultima rilevazione dell'Istat sul mercato del lavoro.

Tra il quarto trimestre 2007 e 2008, in Sicilia si registrano 26 mila occupati in meno (1 milione 483 mila rispetto a 1 milione 509 mila) con un tasso variato dal 45,1% al 44,1%, mentre il numero di persone in cerca di occupazione è aumentato da 236 mila a 237 mila. La maggior parte degli occupati si trova nel settore dei servizi, 1 milione 82 mila; nell'industria lavorano 830 mila persone, 120 mila nell'agricoltura.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.