Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 27 giugno 2017

Pubblicato: 03/03/2009

Droga tedesca, 28 arresti a Siracusa

Sgominata un'organizzazione che faceva riferimento ai clan Santa Panagia e Aparo, compravano cocaina e hashish con i proventi dello sfruttamento della prostituzione

CATANIA - Dalle prime luci dell'alba è scattata una vasta operazione antidroga nel siracusano condotta dalla Polizia di Siracusa e dal personale del Reparto Prevenzione Crimine di Catania e coordinata dalla procura distrettuale antimafia.

Sono 28 le ordinanze di custodia cautelare eseguite dagli agenti della Squadra mobile emesse dal gip di Catania nei confronti di presunti esponenti dei clan mafiosi Santa Panagia e Aparo. I reati contestati agli indagati vanno dall'associazione a delinquere finalizzata al traffico e spaccio di cocaina e hashish, rapina, sfruttamento della prostituzione, porto e detenzione di armi con l'aggravante di aver favorito l'organizzazione mafiosa. 

Gli inquirenti hanno scoperto che la droga, soprattutto la cocaina, arrivava dalla Germania, grazie ad alcuni autotrasportatori, oppure da Roma e Catania. Le indagini dell'operazione denominata 'Maremonti 2' sono durate per oltre due anni. In questo periodo sono stati sequestrati numerose armi, 20 chili di hashish e 500 grammi di cocaina. 

L'acquisto della droga sarebbe stato finanziato con i proventi delle rapine commesse nel siracusano e con lo sfruttamento della prostituzione. I particolari dell'operazione verranno illustrati in un conferenza stampa che si iterrà a Catania, presso la procura distrettuale antimafia, alle 11 alla presenza degli investigatori.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.