Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 21 ottobre 2017

Pubblicato: 16/01/2009

Delitto di mafia nel Messinese

Carmelo De Pasquale, 40 anni, stato ucciso a colpi di fucile mentre rincasava a Barcellona Pozzo di Gotto: era stato condannato a 30 anni di carcere nel maxi processo Mare nostrum sulle faide di Cosa nostra. Nella sua abitazione stata trovata una pistola

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (MESSINA) - L'omicidio di Carmelo De Pasquale, 40 anni, avvenuto ieri sera a Barcellona Pozzo di Gotto, cittadina del Messinese, per i carabinieri che indagano sarebbe un delitto di mafia.

De Pasquale, personaggio di rilievo della mafia di Barcellona Pozzo di Gotto, è stato ucciso nella periferia della sua città con alcuni colpi di fucile. Era stato condannato a 30 anni di carcere nel maxi processo "Mare nostrum", in quanto ritenuto responsabile di due omicidi avvenuti durante la guerra di mafia nell'hinterland tirrenico del Messinese all'inizio degli anni Novanta. Era in libertà. Il processo d'appello è cominciato da qualche giorno.

L'omicidio è avvenuto intorno alle 21.30, quando De Pasquale stava rincasando nel quartiere Nasari. Mentre si accingeva a scendere dalla sua auto, il killer gli ha sparato un colpo di fucile in pieno volto. La tregua di mafia a Barcellona Pozzo di Gotto durava dal dicembre 2005, quando a cadere in un agguato fu Nunziato Mazzù, anche lui imputato nel maxi processo.
 
Stamani gli investigatori, durante una perquisizione all'abitazione della vittima, hanno trovato una pistola calibro 9,21, con matricola cancellata. L'arma è stata sequestrata e portata ai laboratori del Ris di Messina per verificare se è stata utilizzata per commettere omicidi. L'inchiesta sarà trasmessa ai pm della Direzione distrettuale antimafia di Messina.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso necessaria la verifica, baster cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.