Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 23 novembre 2017

Pubblicato: 18/10/2017

"Catania sarà una smart city 2.0"

Protocollo d'intesa tra Anas e Comune per una città digitalizzata e sostenibile: "La tangenziale sarà trasformata in una dorsale tecnologica"

CATANIA - Il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, e il sindaco di Catania, Enzo Bianco, hanno sottoscritto oggi, presso la Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti, il protocollo d'intesa per individuare le iniziative di innovazione urbana sui temi dell'efficientamento energetico, della mobilità sostenibile, dell'agenda digitale e della governance urbana con l'obiettivo di condurre Catania tra le prime smart city europee.

Con questo protocollo con il Comune di Catania, Anas fornisce la propria esperienza e know how sulle smart road nel progetto della Smart City, contribuendo nell'ideazione, progettazione e realizzazione di servizi da sviluppare con il Comune.

Nello specifico, la tangenziale di Catania - una delle arterie Anas più trafficate del Sud Italia con punte di traffico che in alcuni periodi dell'anno raggiungono i 100.000 veicoli/giorno - sarà dotata di sistemi smart road che la trasformeranno in una vera e propria dorsale tecnologica, canale di comunicazione e collettore di big data da e per la Smart City.

"La Smart City di Catania - ha spiegato il presidente di Anas Armani - è un progetto in sinergia con la Smart Road della Tangenziale di Catania per la realizzazione di servizi e sistemi intelligenti dei quali beneficeranno cittadini, turisti, aziende e amministrazioni. Lavoreremo in sinergia con il Comune affinché Catania sia una smart city 2.0: una città connessa, sicura e green, gli stessi obiettivi della smart road Anas".

"La Tangenziale di Catania - ha dichiarato il sindaco Enzo Bianco - raggiunge volumi di traffico da vera città metropolitana e, pertanto, Anas investirà risorse importanti. La Tangenziale diventerà nel tempo a tre corsie ma nel breve periodo sarà possibile, grazie a un sistema tecnologico molto avanzato, utilizzare la corsia di emergenza come terza corsia nei momenti di maggiore traffico, tranne in caso di incidenti o veicoli in panne. Offriremo inoltre servizi wifi collegati con tutta la città che ci daranno informazioni sul traffico, su blocchi della circolazione stradale o sul numero di posti liberi nei parcheggi cittadini".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.