Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdė, 24 novembre 2017

Il papā del Rosatellum spunta in Sicilia
e si becca la contestazione: "Porcata"

Protesta dei grillini contro Rosato (Pd), a Canicattini Bagni per motivi elettorali: "Il popolo ha il diritto di scegliersi i parlamentari"

SIRACUSA - Contestazione questa mattina del M5s davanti alla sede dell'aula consiliare del Comune di Canicattini Bagni, in provincia di Siracusa, dove era in corso la presentazione di un candidato del Pd alla presenza di Ettore Rosato, capogruppo Pd alla Camera e "padre" della nuova legge elettorale, il cosiddetto Rosatellum.

Il Meetup 5 stelle di Canicattini ha presidiato la zona di via Principessa Iolanda e con un gazebo piazza XX Settembre: "I diritti non cadono dal cielo ma ce li dobbiamo andare a prendere - dicono i grillini - . Tutti coloro che sono stanchi di subire e di vedere fette di sovranità popolare che vengono cancellate, non hanno solo il diritto di manifestare, hanno il dovere di farlo. Siamo scesi in piazza con indignazione e non violenza. E ognuno di noi ha un ruolo fondamentale: quello di spiegare cosa stia accadendo. Il popolo ha il sacrosanto diritto di scegliersi i parlamentari".

Sul Rosatellum si è espresso ancora una volta il vice presidente della Camera Luigi Di Maio, oggi a Lampedusa per sostenere in un comizio il candidato del M5s alla presidenza della Regione siciliana, Giancarlo Cancelleri. "E' l'ennesima porcata fatta pensando di farci fuori - ha detto Di Maio sulla legge elettorale -. Lo fanno perché non sanno vincere senza imbrogliare e devono trovare un modo in cui pur perdendo vincono. La legge penalizza chi non fa grandi ammucchiate ma avranno una brutta sorpresa: sulla scheda vedrete una grande ammucchiata da una parte e una grande ammucchiata dall'altra parte e vi ricorderete dei Fini, del governo Prodi, di esecutivi ricattati da due senatori di qualche piccolo partito".

Di Maio, parlando della Sicilia, ha confermato che la prima legge che varerà l'eventuale governo dei 5 stelle sarà per "abolire i vitalizi e dimezzare gli stipendi dei parlamentari" dell'Ars. Puntando l'accento sul fatto che la Sicilia sia a Statuto speciale e abbia, quindi, la possibilità di cambiare a dispetto del governo. "Qui ci sono leggi regionali a volte più forti di quelle di Roma".




Per commentare l'articolo č necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, č possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso č necessaria la verifica, basterā cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.