Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 23 novembre 2017

Enna, nuovo centro endocrinologico in ospedale

Nuccio Sciacca / 
L'integrazione con il territorio potenziata dal reparto di Medicina Interna dell’Umberto I

E’ già operativo una volta alla settimana, il venerdì alle ore 11.00, l’Ambulatorio Specialistico di Endocrinologia ed Ecografia tiroidea dell’Unità Operativa Complessa Medicina Interna dell’ospedale “Umberto I” di Enna.

L’attività ambulatoriale, promossa dal direttore dell’Uoc Medicina Interna, Mauro Sapienza, ampiamente condivisa dal direttore generale Giovanna Fidelio, dal direttore sanitario Emanuele Cassarà e dal direttore mministrativo Maurizio Lanza, è stata affidata alla dott.ssa Carlotta Castoro (nella foto con Sapienza), dirigente medico della stessa Uoc e specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo.

L’attività specialistica endocrinologica non è stata finora presente nel nosocomio ennese e l’occasione è stata propizia per incrementare e migliorare la qualità delle prestazioni offerte dall’Uoc Medicina Interna, che com’è noto, fornisce assistenza a pazienti spesso anziani, complessi, fragili, polipatologici, con insufficienza multiorgano, neoplastici, acuti-su-cronici, non autosufficienti, non collaboranti e dipendenti totalmente da assistenza personale.

“E’ il caso di rammentare che l’approccio del paziente internistico è, e deve essere, globale - aggiunge Sapienza - perché non si limita alla cura della singola pato­logia ma si estende alla valutazione di tutti i fattori in grado di migliorare, o peggiorare, lo stato fun­zionale del paziente”.

L’ambulatorio di Endocrinologia ed Ecografia Tiroidea si associa agli altri già presenti servizi ambulatoriali: Diabetologia, Malattie del Fegato e delle vie biliari, Malattie infettive, Malattie Apparato Respiratorio, Medicina interna e Medicina delle Migrazioni.

“Tale complessa e poliedrica attività, oltre a sancire uno stato di fatto (nella sostanza documentato dalla costante collaborazione con i maggiori Centri di eccellenza siciliani) - spiega ancora il primario - assicurerà ai cittadini affetti da malattie endocrine e, specie, da patologie della tiroide, che risiedono nel territorio dell’Asp, adeguata e ottimale continuità assistenziale. Nel richiamare l’altissimo valore sociale dell’iniziativa e le ricadute in termini di immagine che da essa deriveranno all’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna, si ritiene di dover puntualizzare che quanto precede, utilizzando strutture, attrezzature e personale già esistente, non comporterà alcun onere di qualsivoglia natura”.

Ecco infine le principali patologie trattate: Titoidite di Hashimoto - Morbo di Basedow - Gozzo nodulare - Ipo e iper-tiroidismo.
Modalità d’accesso: Richiesta effettuata su ricetta del Servizio Sanitario Nazionale da parte del medico di Medicina Generale, pediatra di libera scelta, medico di continuità assistenziale (Guardia Medica) o specialista ambulatoriale o ospedaliero, con la seguente dicitura: 1. Visita endocrinologica 2. Ecografia tiroide. Prenotazione presso Cup o numero verde aziendale.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.