Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 23 novembre 2017

Pezzi di ricambio? No, ferri vecchi
La truffa on line di una coppia

Raggiri in tutta Italia attraverso annunci pubblicati sul sito Subito.it: dal 2013 marito e moglie di Centuripe avrebbero guadagnato 80.000 euro

ENNA - Raggiri on line in tutta Italia. I carabinieri del comando provinciale di Enna hanno eseguito una misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale nei confronti del 39enne Nicola Passalacqua e della 33enne Laura Adamo, entrambi di Centuripe (En), marito e moglie, accusati di truffa aggravata a continuata.

Le indagini dei militari a Nicosia e della Sezione di P.G. seguendo le piste elettroniche dell'e-commerce, hanno svelato che la coppia pubblicava annunci di vendita sul sito subito.it di parti di ricambio di moto e macchine e, dopo il pagamento, non spedivano la merce o inviavano pacchi con all'interno pezzi di ferro vecchio e parti di ricambio non conformi a quanto acquistato.

Secondo gli investigatori sono stati compiuti oltre 70 episodi di truffe perpetrate su tutto il territorio nazionale da novembre 2013 per un guadagno stimato, di oltre 80 mila euro.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.