Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 novembre 2017

Pubblicato: 11/10/2017

A Catania un centro cure per profughi

Lo aprirà Medici senza frontiere. Potranno essere ricoverati i rifugiati dimessi dagli ospedali siciliani

CATANIA - Medici senza frontiere ha ufficializzato l'apertura a Catania di un centro per cure post-acute specializzato per rifugiati e richiedenti asilo che vengono dimessi da strutture ospedaliere in Sicilia e che, secondo l'organizzazione, non riescono ad accedere a un'adeguata assistenza medica nella fase di convalescenza.

Il centro, con 24 posti letto, garantisce assistenza con un approccio multidisciplinare grazie alla presenza di un team di Msf composto da medici, infermieri, specialisti, operatori socio-sanitari, assistenti socio-legali, uno psicologo e mediatori linguistico-culturali.

"Il sistema sanitario italiano - spiega la coordinatrice del progetto, Elisa Galli - attualmente risponde ai bisogni acuti di rifugiati e richiedenti asilo ma non é strutturato per rispondere ai loro bisogni all'indomani della dimissione dagli ospedali".

"Dopo aver ricevuto cure ospedaliere - continua Galli - la maggior parte di loro non riesce ad accedere all'assistenza di cui avrebbe bisogno in fase di convalescenza e Questa mancanza può condurre ad un peggioramento della loro salute, con conseguenze tanto sul singolo individuo che sul sistema sanitario nazionale, che sarà costretto a riprendere in carico il paziente una seconda volta".

Medici senza frontiere ha osservato che "attualmente l'accesso e la continuità delle cure possono essere complicati da barriere linguistiche, diversità culturale nel modo di concepire la malattia, la salute e la terapia, e dalla difficoltà dei rifugiati stessi nella comprensione del sistema sanitario e dei diritti di cui possono avvalersi".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.