Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 23 novembre 2017

Pubblicato: 07/10/2017

Fatiscente un'aula su tre

Studio di Cittadinanzattiva: nelle scuole manutenzione assente, inevaso il 74% delle domande di ristrutturazione

ROMA - Le cronache degli ultimi anni riportano numerosissimi casi di cedimenti strutturali, più o meno gravi, nelle scuole italiane. Come quello di questa mattina in un liceo romano, dove una parte di solaio è venuto giù, fortunatamente senza provocare alcun ferito tra studenti e personale scolastico. Non si placa quindi l'allarme sullo stato di salute degli edifici scolastici, dove risulta essere fatiscente 1 aula su 3 e dove la manutenzione ordinaria in moltissimi casi svetta per la sua assenza.

Pochi giorni fa Cittadinanzattiva ha elencato minuziosamente (XV Rapporto sulle scuole italiane) i guai delle nostre scuole: ad esempio i distacchi di intonaco riguardano un'aula su 4 (26%); segni di fatiscenza, con muffe e infiltrazioni, sono presenti in quasi un terzo (30%); il 23% degli edifici ha uno stato di manutenzione inadeguato e solo il 3% è in ottimo stato.

E tra chi chiede interventi (87%), in un caso su 5 non li ottiene o li ottiene con ritardo (57%). Inevaso anche il 74% delle domande di intervento strutturale. Ma non basta: solo un quarto degli edifici ha l'agibilità statica (26%); poco meno della metà ha avuto un collaudo (45%) e il 27% la verifica di vulnerabilità sismica, obbligatoria dal 2013.

156 CROLLI IN 4 ANNI, 24 FERITI. Solo nell'ultimo anno scolastico si sono verificati 44 episodi di crolli nelle scuole, con 6 feriti.

OLTRE 1 SCUOLA SU 4 SENZA PALESTRA. Almeno secondo il monitoraggio, svolto su 75 scuole di 10 regioni. Le palestre talvolta hanno segni di fatiscenza (37%) o distacchi di intonaco (28%). Il 44% delle mense è privo di porte antipanico e il 37% ha impianti elettrici obsoleti. L'88% delle scuole, inoltre, ha un cortile, ma nel 30% dei casi è usato come parcheggio.

IN 47% DEI BAGNI MANCA LA CARTA IGIENICA. Assenti anche sapone (64%) e asciugamano (77%). Una scuola su 5 non ha bagni per disabili. Barriere architettoniche anche nelle classi: il 65% delle aule non ha lo spazio per la carrozzina. Gli impianti elettrici sono completamente a norma solo in 1 aula su 4; le porte anti panico sono assenti in 4 su 5.

VANDALISMO IN AUMENTO, BULLISMO IN 19% ISTITUTI. Atti di vandalismo sono stati denunciati nel 28% delle scuole (27% nel 2015-16), per lo più a opera di soggetti esterni. Persiste la cattiva abitudine di lasciare i cancelli aperti (45%) durante l'orario scolastico. Nell'11% delle scuole non è stato trovato alcun cartello che segnalasse il divieto di fumo.

VULNERABILITA' SISMICA VERIFICATA SOLO IN 27% EDIFICI. Il dato emerge da un'indagine su 4.401 istituti attraverso l' istanza di accesso civico inviata agli enti locali. Umbria (59%), Abruzzo (51%), Molise (50%) e Liguria (49%) sono le regioni in cui sono state effettuate in numero maggiore; fanalino di coda Sicilia (0), Campania (4%), Calabria ed Emilia Romagna (8%) e Puglia (11%). Pochi anche gli edifici su cui sono stati effettuati interventi di miglioramento e adeguamento sismico: rispettivamente il 12% e il 7%. Indietro Lazio (3%) e Campania (6%;4%). Su agibilità statica (26%) e collaudo (45%) preoccupante la situazione di Lazio (8;14%), Campania (11%; 17%) e Calabria (13%;21%). Più virtuose Piemonte (54%;83%), Friuli Venezia Giulia (52%;65%) e Liguria (50%;43%).




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.