Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 23 novembre 2017

Buttafuoco e la sua "Strabuttanissima Sicilia"

Al teatro Brancati di Catania la presentazione del nuovo pamphlet del giornalista catanese

“Strabuttanissima Sicilia” - Quale altra rovina dopo Crocetta? è il nuovo pamphlet di Pietrangelo Buttafuoco, in libreria da oggi (editore La Nave di Teseo). L’opera del giornalista, definita una “campagna lettorale” che racconta l’Isola, e che possiede un finale onirico, sarà presentata a Catania sabato 7 ottobre alle 20.30 al Teatro Brancati.

In quest’occasione interverranno per colloquiare con l’autore Mario Barresi, giornalista catanese e Fabio Fatuzzo, dirigente d’azienda etneo. Ne verrà fuori una efficace fotografia della Sicilia. “Strabuttanissima Sicilia” sostanzialmente è il seguito del fortunato j’accuse “Buttanissima Sicilia” (dall’autonomia a Crocetta, tutta una rovina), divenuta un pièce teatrale di grande successo, pubblicato nel luglio del 2014 e che ha avuto un grande consenso di pubblico e di critica.

Pietrangelo Buttafuoco, autore catanese di libri di successo, tra questi si ricordano: “Le Uova del Drago”, Fimmini" e "Il Dolore Pazzo dell’Amore”, e giornalista de “Il Foglio”, “La Repubblica”, “Sole 24 ore” e “Fatto Quotidiano”, in questi giorni ha già visitato diverse città siciliane, per presentare il suo nuovo libro, nel quale ancora una volta tratta temi legati alla politica siciliana e ai vizi che la contraddistinguono.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.