Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 novembre 2017

Catania, presi a randellate nel cimitero

Il sindaco Bianco ordina la chiusura a causa del vento, due custodi aggrediti selvaggiamente da persone che non vogliono uscire

CATANIA - "Un nuovo, grave, inaccettabile episodio di violenza verso dipendenti comunali che volevano far rispettare le regole". E' il sindaco di Catania Enzo Bianco a denunciare l'episodio del cimitero di Acquicella, dove due addetti della Multiservizi sono stati presi a randellate.

"A seguito dell'allerta meteo che segnalava il rischio di fortissimi venti anche a Catania, con possibilità di caduta rami - racconta il sindaco - ho emesso un'ordinanza per la chiusura nel pomeriggio di ieri dei parchi cittadini e del cimitero. Proprio lì due dipendenti che stavano facendo rispettare la disposizione sono stati selvaggiamente aggrediti da alcune persone che non volevano uscire".

Bianco è furibondo: "Spero che anche stavolta i responsabili siano individuati. E' difficile far rispettare le regole nella nostra città. Una minoranza arrogante e incivile resiste e reagisce ma con l'aiuto delle forze di polizia e della magistratura ce la faremo".







Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.