Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 24 settembre 2017

Morgan e Contrada come assessori
"E in Sicilia voglio il turismo gay"

Verso le regionali. Sgarbi si candida: "In squadra vorrei pure Luxuria. Tra me e Musumeci con chi andreste a letto?"

PALERMO - "Ecco la lista degli assessori per la Sicilia: Morgan, Contrada, Chiambretti, Paolo Becchi e Ferdinando Imposimato". Dopo lo show a Palermo per l'annuncio della propria candidatura alla presidenza della Regione con il Mir, Vittorio Sgarbi in un'intervista radiofonica continua a scoppiettare.
 
"Nella mia squadra vorrei anche Vladimir Luxuria, la Sicilia deve diventare meta turismo gay. Alle pari opportunità metto un maschio. Punto al 15 per cento: chiunque vinca, dopo tratterà con me per maggioranza". Poi attacca Alfano: "Un eunuco, non ha attributi né maschili né femminili". 

"PORTERO' VIA I VOTI A MUSUMECI". "Non so a chi porto via voti, io conto sul voto dei giovani. Il centrodestra è diventato un accrocchio con Lagalla, Musumeci e Armao. Cosa vuol dire votare uno o l'altro, votare significa scegliere con le emozioni. Dovendo decidere con chi andare al letto, con me o Musumeci, scegliereste me", ha detto ieri a Palermo.

"Occorre essere attraenti, mi direte che è erotico Armao? Che è erotico Lagalla? Che è erotico Musumeci? La politica è erotica. Micari è erotico? È erotico come un baccalà. Fava non è male - ha detto il critico d'arte -, può prendere i voti. Porterò via voti a Musumeci perché io ho una storia e lui non c'è l'ha. Musumeci alle 22 già dorme, io sono vivo".

"Di Pietro per colpire tutti ha distrutto i partiti. Prima uno era comunista, socialista, democristiano, era impossibile che un liberale diventasse comunista. Ognuno era una storia, un valore. Quando ho creato questo movimento l'ho chiamato Rinascimento; questa perdita dell'essere è il cancro dell'apolitica". Poi l'affondo a Crocetta: "Crocetta non ha fatto niente nemmeno per un proprio orgoglio, non ha lasciato traccia, niente. È angoscioso questo. Lo guardo con tenerezza".

CAPITOLO ASSESSORI. "Morgan è pieno di entusiasmo. Chiambretti, che ha fatto il postino, sarà assessore al traffico". Ha aggiunto così Sgarbi presentando Marco Castoldi, in arte Morgan, assessore designato.

"La Sicilia è terra in senso materno da cui nascere e rinascere - ha detto Morgan, collegato in videoconferenza -. Dobbiamo pensare alla Sicilia come la patria dello stato dell'arte per eccellenza. In quest'era dell'immagine vorrei che venga sfruttata l'immagine di questa Regione meravigliosa. Noi dobbiamo andare in ogni città della Sicilia con un impianto tecnologico che si chiama Arduino ed è stato inventato dagli italiani, e che è una delle più importanti piattaforme tecnologiche di illuminazione".

"Oggi in Italia non esistono organi che si occupano dell'etica dell'uso della macchina digitale - ha aggiunto - Serve un nuovo umanesimo per usarla a nostro favore. Se fossi assessore, io farei un assessorato alle politiche digitali con particolare attenzione ai progetti digitali e ai giovani".

SGARBI CONTRO TUTTI. "Non devo fare una battaglia contro l'antimafia, voglio che l'antimafia si occupi della mafia vera - ha aggiunto Sgarbi -. In Italia avremo un governo, in Sicilia un governo è impossibile, perché chiunque vinca con un voto secco non ha la maggioranza. Non c'è più il bipolarismo, chiunque è costretto a negoziare. È una cosa folle per un presidente che non ha la maggioranza in assemblea".

"I poli sono quattro: 5stelle, centrosinistra, centrodestra e il quarto polo che sono io. Noi siamo una via di uscita a prospettive congelate - aggiunge - Il leader di Forza Italia Miccichè odia Musumeci ed è costretto a patirlo con Armao. Cuffaro, non è un mafioso ma è vittima di un sistema. Lui non vota e il voto disgiunto è una specie di malattia. Io credo che lui debba correggere questo punto di vista. Ho immaginato che la lista di Cuffaro se fosse esplicita potrebbe chiamarsi concorso esterno. Lui fa un doppio gioco: voto Sgarbi e poi agli altri dico di fare il voto disgiunto. In Sicilia manca il centro. Cuffaro ha ragione".

"Qualcuno dice che porto via voti ai 5stelle. Che io porti via voti a Musumeci è verosimile. Non tratterò con Berlusconi, ma ho già parlato in questi giorni sia con Berlusconi che con Miccichè, andrò da solo per vedere quanto prende questa lista. Io voglio il voto libero".

"Berlusconi vuol trattare con me perché ha paura che prenda il due per cento a Musumeci - ha aggiunto - e vinca Cancelleri. Ma io combatterò da solo perché io sono Vittorio Sgarbi e loro non sono un ca.... Se dovessi allearmi lo farei con i 5stelle, anche se Cancelleri si ricandida per la seconda volta".

"Faccio questa battaglia che non è contro i magistrati ma contro le inchieste contro il generale Mori. Io voglio rimettere in piedi il tempio G di Selinunte, così la Sicilia ha qualcosa in più. Se divento presidente lo faccio". E puntualizza: "Sono residente a Calascibetta".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.