Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 18 novembre 2017

Siracusa, la truffa del "gratta e sosta"

Denunciato posteggiatore abusivo sorpreso a vendere ticket falsi nel parco archeologico Neapolis

SIRACUSA - La Guardia di Finanza di Siracusa ha denunciato per truffa e falso un parcheggiatore abusivo. L'uomo è stato sorpreso in via Ettore Romagnoli, nella zona del parco archeologico Neapolis, mentre, indossando una pettorina arancione, vendeva ai turisti ticket "gratta e sosta" completamente alterati per strisce blu.

I militari della Compagnia hanno trovato 120 tagliandi dentro la sua borsa ed altri 45 nella sua abitazione completamente difformi rispetto agli originali rilasciati dal Comune di Siracusa.

I ticket, che venivano venduti al prezzo di 3 euro, erano privi della scritta in cui è indicato il costo di 80 centesimi e la validità del biglietto di 60 minuti: Non contenevano inoltre le informazioni inerenti il costo e la validità (cancellate con una striscia di colore rosso) e non riportavano le scritte "park anticontraffazione", poste sul biglietto del Comune.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.