Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 18 novembre 2017

Pubblicato: 06/09/2017

Sbarco a Catania, un fermo

Il presunto scafista è un egiziano di 19 anni, denunciati altri 10 extracomunitari per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

CATANIA - La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Catania, coordinati dalla locale Procura Distrettuale della Repubblica, hanno fermato un egiziano di 19 anni, Mohamed Kamel Nasr, perché ritenuto lo scafista, in collegamento con i trafficanti libici, che pilotava un'imbarcazione in vetroresina con a bordo 22 persone soccorse nel mare Mediterraneo e sbarcate con altri 367 migranti il 2 settembre scorso nel porto etneo da nave Dattilo della guardia costiera.

A conclusione delle indagini della squadra mobile della Questura e del Gico delle Fiamme gialle sono stati denunciati, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, altri 10 extracomunitari: 2 maliani, 3 egiziani e 5 marocchini. Decisiva è risultata la collaborazione degli stessi migranti che, nonostante la rischiosa traversata, hanno fornito convergenti dichiarazioni sul ruolo rivestito dal libico.

Altrettanto rilevante è risultata la minuziosa ricostruzione dei fatti formulata dall'equipaggio della nave della Guardia Costiera. Espletate le formalità di rito, il fermato è stato condotto nella casa circondariale "Piazza Lanza" a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.