Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 26 giugno 2017

Pubblicato: 05/01/2009

Sesso in albergo per 300 euro l'ora

A Catania, i carabinieri hanno arrestato un quarantacinquenne per induzione e sfruttamento della prostituzione: il disoccupato recuperava i clienti per una ventenne attraverso annunci su internet, gli incontri avvenivano sempre con due clienti alla volta

CATANIA - Per circa due mesi avrebbe approfittato della necessità, da parte di una ragazza ventenne disoccupata, di mantenere padre e madre, inducendola a prostituirsi in alcuni alberghi di Catania e appropriandosi di parte dei ricavi.

Per questo motivo i carabinieri della compagnia di piazza Dante a Catania hanno arrestato un disoccupato di 45 anni, Raimondo Commisi, con l'accusa di induzione e sfruttamento della prostituzione.

I militari hanno accertato che l'uomo, per attirare i clienti, aveva inserito in un sito Internet specializzato l'annuncio: "Coppia, lei bella per coppie, singoli generosi".

La ragazza ha raccontato ai militari che gli incontri avvenivano sempre con due clienti, che pagavano 300 euro per un'ora di prestazioni sessuali. Ad arrestare l'uomo sono stati i carabinieri, dopo essersi finti clienti e aver fissato con Commisi e la ragazza un appuntamento in un albergo.

Dopo aver detto che "non c'erano camere disponibili", alla coppia hanno offerto un passaggio per un albergo vicino sulla loro auto, che si è però fermata nel cortile della caserma.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.