Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 18 novembre 2017

Pubblicato: 31/08/2017

L'ultimo saluto a Nuccia e Ludovica

Folla commossa a Gela per i funerali di mamma e figlia investite e uccise all'uscita di una pizzeria. L'assassino è ai domiciliari

GELA (CALTANISSETTA) - Una folla commossa e straripante ha partecipato a Gela, nella chiesa evangelica "Terra Promessa" del quartiere Settefarine, ai funerali di Nuccia Vullo e della figlioletta Ludovica Caracappa, 35 e 6 anni, travolte e uccise da una Fiat Panda, lunedì sera, mentre la donna, con la bambina in braccio, attraversava la strada in via Venezia, all'uscita dalla pizzeria dove avevano cenato con parenti e amici.

Il conducente dell'auto, un cameriere di 25 anni, incensurato, costituitosi ai carabinieri dopo qualche ora dal sinistro, è agli arresti domiciliari per duplice omicidio stradale. Inconsolabile il dolore dei familiari, in particolare del marito Luigi (Gigi), operaio, e dell'altra figlia Giorgia, 15 anni, studentessa, stretti attorno alle due bare.

Sul feretro di Ludovica, una sua foto con la mamma e a terra lo zaino con il quale avrebbe dovuto recarsi a scuola per il primo anno delle elementari. Uno striscione posato da un gruppo di ragazze (cugine, compagne di scuola di Giorgia e amiche della giovane parrucchiera scomparsa) le salutava con la frase "Vi ricorderemo sempre così", insieme come nella foto. La città in lutto era rappresentata ai funerali dal sindaco, Domenico Messinese.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.