Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 23 ottobre 2017

Pubblicato: 19/08/2017

"Senza Musumeci andremo soli"

Verso le regionali. Ultimatum di Noi con Salvini: "Siamo incompatibili con Alfano e Alternativa Popolare"

CATANIA - “Se Nello Musumeci non riuscirà a compattare il centrodestra attorno alla sua candidatura correremo da soli”. A commentare le vicende elettorali siciliane è Angelo Attaguile, segretario nazionale di Noi con Salvini, che due mesi addietro ha fatto un passo indietro in favore di Musumeci con la speranza che Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e altre forze centriste “che non hanno governato col Partito democratico e con Crocetta” potessero coalizzarsi sotto un unico candidato governatore.

“Ribadisco –sottolinea Angelo Attaguile – in linea con quanto in tempi non sospetti ha puntualizzato in ambito nazionale il nostro leader Matteo Salvini, che nella nostra coalizione non potrà mai trovare posto Alternativa popolare. Siamo incompatibili per storia e per valori. Un principio – aggiunge il segretario della Commissione nazionale Antimafia- che può sembrare scontato per chi, come me, ad Alfano e Castiglione ha fatto una vera e decisa battaglia politica sin dal primo istante, chiedendone le dimissioni, specie dopo lo scandalo del Cara di Mineo, anche con interpellanze e interventi in aula in funzione ispettiva. Principio che, possono comprenderlo, magari non è così automatico per altri meno coerenti che sentono il bisogno di ribadirlo in ogni comunicato stampa, visto i loro trascorsi”.

Attaguile conclude riportandosi a ciò che affermò allorché, da candidato governatore, fece un passo indietro in favore di Nello Musumeci per il bene dell’unità della coalizione: “se Musumeci non riuscirà a raggiungere l’accordo politico con tutte le altre forze di centrodestra, riprenderemo il timone e potremmo anche decidere di correre da soli. In ogni caso, siccome noi abbiamo rispetto dei ruoli e del nostro leader, rimetteremo la decisione finale nelle mani di Matteo Salvini”.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.