Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 23 settembre 2017

Nuota fino a Lampedusa
e salva 32 compagni di viaggio

Profugo raggiunge la costa e segnala un barcone alla deriva: scattano i soccorsi della guardia costiera

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - E' riuscito a raggiungere la costa a nuoto. Si è aggirato, smarrito, per un manciata di minuti, ma poi è riuscito a trovare quello che cercava: la caserma dei carabinieri. E al piantone che gli ha aperto la porta ha detto che in mare, alla deriva, c'era un barcone e che a bordo c'erano i suoi compagni di viaggio.

E' accaduto tutto nella notte. In mare è uscita la motovedetta della guardia costiera di Lampedusa che, per un caso fortuito, si trovava ancorata a Linosa. I militari non ci hanno messo molto e hanno avvistato e poi abbordato la piccola "carretta del mare" con 32 persone (forse tunisine), fra le quali due donne e due minorenni.

Il piccolo gruppo di migranti deve probabilmente la vita a quel connazionale coraggioso, un giovane, che s'è gettato in mare e vedendo le luci della costa ha raggiunto la terraferma a nuoto. I migranti sono stati già trasferiti nell'hotspot di Lampedusa.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.