Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 22 novembre 2017

A piedi sull'A20, gli tranciano il braccio

Milazzo: 23enne sbaglia fermata di autobus, cammina nella corsia di emergenza e viene investito da un'auto pirata poi rintracciata

MESSINA - Un ragazzo senza il braccio sinistro, che gli era stato appena tranciato da un'auto che lo aveva investito ed era fuggita, è stato soccorso dalla polizia mentre vagava in stato confusionale lungo l'autostrada A20 Messina-Palermo, all'altezza dello svincolo di Milazzo.

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, il 23enne, un romano in vacanza in Sicilia, si era addormentato nel pullman preso a Roma e, accortosi di aver superato la fermata a cui sarebbe dovuto scendere, avrebbe chiesto all'autista di scendere dal mezzo per procedere a piedi; quindi sarebbe stato investito mentre camminava nella corsia di emergenza.

I poliziotti sono riusciti a recuperare l'arto tranciato. Il giovane è stato trasportato in ospedale dove i medici hanno cercato di attaccargli il braccio, senza riuscirci. E' stato operato anche alla milza ed è in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.

A investire il turista sarebbe stato un ventenne, che è stato denunciato per lesioni, omissione di soccorso e fuga. Avrebbe avuto un colpo di sonno. La polizia ha ritrovato un pezzo di carrozzeria dell'auto e con quella è poi risalita alla macchina che si trovava in un officina e poi al conducente.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.