Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 21 novembre 2017

Pubblicato: 10/08/2017

Dieci quadri per l'ospedale

Nuccio Sciacca / 
Le opere di un pittore di Barrafranca donate al reparto di pediatria dell’Umberto I di Siracusa: "Daranno allegria ai bimbi"

Dieci quadri, allegri e variopinti, riproducenti soggetti per l’infanzia, dotati di cornici, arricchiscono adesso le pareti del reparto di pediatria dell’ospedale Umberto I di Siracusa. La consegna è avvenuta alla presenza del commissario dell’Asp Salvatore Brugaletta da parte del donatore, l’artista di Barrafranca Giuseppe Finestra, che ha destinato le sue opere in beneficenza non soltanto al reparto di Siracusa ma anche ad altre pediatrie degli ospedali della Sicilia.



“L'idea di regalarli - dice Finestra - mi è venuta dopo che mia figlia è stata ricoverata all’ospedale di Enna. Visitando la sala da gioco per i bambini ho pensato di contribuire a rendere il suo look ancora più accogliente e colorato. E così ho fatto la prima beneficenza che ho voluto estendere agli altri ospedali”.



“Accogliamo con grande entusiasmo la volontà espressa dall’artista - dice Brugaletta -. Le sue opere contribuiranno a donare ai nostri piccoli pazienti un po’ di allegria in un momento particolare di sofferenza della loro vita”. Assieme ai quadri Finestra ha consegnato al commissario una targa ricordo da affiggere nel reparto che riporta il tema delle opere: “Il mondo visto con occhio di fanciullo in un mondo reale e surreale”.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.