Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 22 ottobre 2017

Pubblicato: 07/08/2017

"Sempre agito nel rispetto della legge"


ROMA - Save the Children "non è al momento a conoscenza di alcun provvedimento emesso a carico dell'Organizzazione".

E' quanto sottolinea la stessa Ong "in merito alle indiscrezioni su indagini Procura di Trapani". Save the Children ribadisce inoltre "di aver operato sempre sotto il coordinamento della Guardia Costiera italiana e di aver agito nel massimo rispetto della legge, in piena trasparenza e collaborazione con le autorità".

Secondo quanto scrive oggi Il fatto Quotidiano, nell'inchiesta della procura di Trapani che ha portato tra l'altro al sequestro della nave Iuventa sarebbero indagati anche alcuni volontari di Save the Children.

L'indagine, scrive il quotidiano, "si concentra su singole condotte di reato - s'ipotizza il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina - e quindi sui singoli operatori. Non sulle Ong in quanto tali".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.