Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 24 novembre 2017

Pubblicato: 17/07/2017

Furti nel parcheggio Ikea, un arresto

Catania: un 44enne ha tentato di rubare un furgone dopo avere portato via un'auto dallo stesso posto

CATANIA - Gli agenti  del commissariato Librino hanno arrestato, nella flagranza di reato, il catanese Antonino Carambia, 44 anni, residente nel rione san Cristoforo, per tentato furto aggravato e pregiudicato per reati contro il patrimonio e già destinatario della misura di prevenzione dell’avviso orale, emessa dal Questore di Catania.

L'uomo è stato sorpreso nella zona del centro commerciale Ikea, mentre armeggiava nelle vicinanze di un furgone in sosta presso il parcheggio, dopo che la locale centrale operativa aveva diramato la notizia di un furto in atto seguita da segnalazione telefonica fatta al 113 dal personale di vigilanza del negozio.

All’arrivo della polizia sul posto, avvenuto dopo pochi minuti dalla segnalazione telefonica, Carambia ha cercato di disfarsi di una chiave con la quale aveva poco prima forzato la portiera del furgone e ha tentato la fuga, ma è stato bloccato dagli agenti che lo hanno trovato con addosso altri strumenti da scasso.

Inoltre, dalla visione delle videoriprese del sistema di sorveglianza dello stesso parcheggio nell’immediatezza dei fatti, è emerso che l'uomo era stato già responsabile di un altro furto di vettura all'interno dello stesso parcheggio. 

L’arrestato, su disposizione del magistrato di turno è stato posto ai domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

 

 






Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.