Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 24 novembre 2017

Pubblicato: 17/07/2017

Picchia la moglie e si barrica in casa

Catania: si chiude dentro per non essere arrestato, ma raggiunto dai militari li aggredisce. A chiamare il 112 i vicini, allertati dalle urla della donna

CATANIA - I Carabinieri della stazione di Catania Nesima, collaborati dai colleghi del nucleo Radiomobile del comando provinciale, hanno arrestato nella flagranza un 54enne di Catania, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

Sono stati i vicini di casa, sentendo le urla della donna, a chiamare il 112 consentendo l’intervento sul posto delle pattuglie dell’Arma. L’uomo poco prima, al culmine di una lite, aveva picchiato la consorte e, temendo di essere arrestato, ha prima chiuso la porta di casa, aggredendo successivamente i militari che comunque erano riusciti ad accedervi.

Dopo una concitata colluttazione l’uomo è stato ammanettato e relegato ai domiciliari nella casa materna laddove attenderà di essere ammesso al giudizio per direttissima.

La vittima, medicata all’Ospedale Garibaldi Centro, è stata riscontrata affetta da “lieve trauma cranico” guaribile con alcuni giorni di riposo.

 

 

 






Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.