Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 28 luglio 2017

"Costituisciti o peggiori la situazione"

La madre di uno dei tre ventenni evasi dal carcere di Barcellona Pozzo Di Gotto: "Mi diceva che non ce la faceva più"

LIPARI (MESSINA) - Tra i tre ventenni evasi ieri dal carcere di Barcellona Pozzo Di Gotto c'è anche un ragazzo eoliano, Tony Sciacchitano. La madre gli ha lanciato un appello: "Costituisciti, non peggiorare la situazione. Ho cercato aiuto ovunque per farlo tornare a casa anche ai domiciliari. Mi diceva sempre che non ce la faceva più, ma adesso mi interessa soltanto che ponga fine a questa assurda fuga".

I tre messinesi devono scontare pene comprese tra cinque e sei anni per reati legati alla tossicodipendenza. I detenuti hanno divelto le sbarre di un'inferriata e sono scappati via.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.