Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 26 settembre 2017

Pubblicato: 11/07/2017

Che botte nella piazza di Scoglitti

Rissa notturna: arrestati cinque ragazzi che si sono pestati ferocemente

VITTORIA (RAGUSA) - Nottata movimentata quella appena trascorsa nella frazione marittima di Scoglitti. Sarebbe potuta finire in tragedia la rissa scoppiata poco dopo mezzanotte nella centralissima piazza Cavour, che ha visto coinvolti cinque giovani, quattro vittoriesi e un marocchino.

Tutto è successo dopo una nottata trascorsa da un bar all’altro: forse per un eccesso di alcol, forse per qualche parola di troppo, i giovani, di età compresa tra i 19 e i 23 anni, se le sono date di santa ragione: uno infatti ne avrà per dieci giorni visto che gli sono state riscontrate lesioni all’arcata sopraccigliare e traumi toracico e al ginocchio.

La situazione è poi ulteriormente degenerata: polizia e carabinieri sono riusciti a sedare gli animi e a bloccare tutti i giovani, arrestando Davide e Alex Cultraro, Giovanni Denina, Giuseppe Giorgio Giannone e Nabil Znaiber , questi ultimi due già denunciati dalla polizia di Vittoria nel 2013 per avere partecipato a una rissa.

I Cultraro sono fratelli e appena due settimane fa erano rimasti coinvolti in gravi disordini avvenuti nella medesima piazza. In quella occasione si era verificata una violenta lite con un terzo uomo che aveva tentato più volte di investirli con la sua auto.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.