Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 20 settembre 2017

Pubblicato: 10/07/2017

Pugni e candeggina alla moglie incinta

Arrestato un impiegato di 26 anni ad Aci Castello: il pestaggio davanti al figlio di un anno. "Non Ŕ la prima volta"

CATANIA - Un impiegato di 26 anni è stato arrestato dai carabinieri la notte scorsa ad Aci Castello (Catania) per avere malmenato la moglie di 23 anni incinta di 4 mesi del secondo figlio, alla quale ha anche spruzzato in faccia della candeggina in presenza del primogenito di appena un anno.

La ragazza ha riportato un trauma cranico non commotivo con un ematoma sub galeale frontale, un trauma distorsivo cervicale e una contusione dorsale giudicati guaribili in una decina di giorni.

I medici del Cannizzaro hanno escluso problemi per la gestazione. Dopo essere stata dimessa, la donna è stata accompagnata dai genitori. Il marito, posto ai domiciliari, è accusato di lesioni personali aggravate. Ai militari la giovane ha detto che il marito l'aveva più volte picchiata. A chiamare i carabinieri sono stati i vicini di casa dopo avere sentito le urla della donna. Il marito è stato bloccato al termine di una colluttazione.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.