Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 22 ottobre 2017

Pubblicato: 10/07/2017

Giovane cardiopatico muore a Etnaland

Un ventiduenne di Gela si sente male all'interno del parco giochi. Era in attesa di un'operazione

CATANIA - "Siamo intervenuti immediatamente con la nostra equipe medica e infermieristica, abbiamo tentato di rianimarlo più volte con il defibrillatore e somministrato i farmaci necessari. Nel frattempo abbiamo anche chiesto l'intervento del 118 e di un elisoccorso che sono arrivati immediatamente. Purtroppo dopo circa un'ora e mezza il ragazzo è deceduto". Francesco Russello, direttore del parco giochi Etnaland, racconta come ieri mattina ha perso la vita, per cause naturali, un ventiduenne di Gela, Simone Trubia.

Il giovane soffriva di una grave cardiopatia ed era in attesa di subire un intervento. Sono intervenuti sia il magistrato di turno che le forze dell'ordine per accertare le cause del decesso.

Trubia era arrivato a Etnaland all'apertura dell'impianto, intorno alle 10, in compagnia di alcuni amici. Dopo appena un quarto d'ora ha iniziato a sentirsi male. Immediato l'intervento dei due medici in servizio nella struttura, i quali più volte hanno tentato di rianimarlo ma purtroppo il ragazzo dopo circa 90 minuti ha smesso di respirare.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.