Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 24 luglio 2017

Pubblicato: 09/07/2017

Catania, preso ladro di cardellini

Blitz nella riserva naturale di Monte Po: trovati 9 uccelli chiusi in tre gabbiette e materiale per costruire trappole

CATANIA - Controlli a Catania per la tutela degli animali, in particolare delle specie protette, come i cardellini, la cui cattura e detenzione è severamente vietata. Un'ispezione della polizia, in collaborazione con le Guardie Zoofile-Aipa, è stata effettuata nel quartiere Monte Po, nella riserva naturale dove spesso i malfattori si dedicano alla cattura illegale dei volatili che vengono rinchiusi e posti in vendita.



Ne è nata una vera e propria operazione con appostamenti a seguito dei quali, i poliziotti, allertati da alcuni rumori, hanno bloccato un uomo, D.S.A., nelle vicinanze di un ruscello che stava maneggiando delle reti posizionate a terra, predisposte in modo tale da costituire una trappola per uccelli.



Sul terreno è stata trovata l’attrezzatura utilizzata per la cattura degli animali: una rete di circa 70 mq, corde, tiranti, paletti in legno e quant’altro di utile per costruire una trappola. Gli agenti hanno trovato 9 cardellini rinchiusi in 3 gabbiette, evidentemente troppo piccole per contenerli.



L’uomo è stato indagato in stato di libertà e tutto il materiale è stato posto sotto sequestro. Verificato l’ottimo stato di salute dei cardellini e la loro capacità di volo, sono stati immediatamente rimessi in libertà.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.