Regione deve assumersi responsabilitÓ"" /> Regione deve assumersi responsabilitÓ""> "A Palermo spoglio infinito e nel caos<br> Regione deve assumersi responsabilitÓ"
Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 17 ottobre 2017

"A Palermo spoglio infinito e nel caos
Regione deve assumersi responsabilitÓ"

I portavoce al Comune del M5s: "Verifiche a rilento, ci vorranno altre due settimane per conoscere i risultati dei consiglieri e delle circoscrizioni"

PALERMO - Verifiche infinite e voti ancora incerti per le amministrative di Palermo: l'insediamento del Consiglio va a rilento e non c'è ancora nessuna certezza sulle assemblee delle otto circoscrizioni. Ed è così che fioccano le polemiche. Come quelle dei portavoce al Comune del Movimento 5 Stelle, Ugo Forello, Igor Gerarda, Giulia Argiroffi, Concetta Amella, Viviana Lo Monaco.

"A distanza di oltre 10 giorni dalle votazioni si è proceduto ieri alla proclamazione del Sindaco di Palermo - dicono -. Probabilmente ci vorranno altre due settimane per conoscere i risultati ufficiali dei consiglieri comunali e delle circoscrizioni. Stiamo monitorando con attenzione le attività di validazione dei risultati elettorali e dai documenti emerge un vero e proprio caos". 

"I presidenti di seggio e gli scrutatori, quasi la metà sostituiti per rinuncia - aggiungono dal M5s - sono stati mandati allo sbaraglio senza alcuna formazione, dovendo lavorare per almeno 30 ore di fila senza pausa alcuna. Lo spoglio è avvenuto in un clima di forte improvvisazione e i verbali, spesso vuoti o compilati erroneamente, sono lo specchio di tale clima. Gli Uffici stanno facendo uno sforzo enorme per ricomporre dati quanto meno realistici. E ancor peggio sarà quando si apriranno i verbali delle circoscrizioni".

Per il Movimento 5 stelle "la Regione deve assumersi la responsabilità di questa situazione, avendo approvato una legge elettorale che non garantisce il corretto esercizio del diritto di voto".

"La nostra attenzione in queste settimane sarà massima - annunciano i portavoce al Comune di Palermo del Movimento 5 Stelle - segnalando alle autorità competenti tutte le difformità e incongruenze che stiamo riscontrando. Di certo non è in discussione la riconferma del sindaco ma - annunciano - ci batteremo per difendere la corretta composizione del consiglio comunale e dei consigli circoscrizionali".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.