Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 17 ottobre 2017

Pubblicato: 21/06/2017

"Il Cara di Mineo deve chiudere"

Approvata all'unanimità la relazione della Commissione parlamentare d'inchiesta sul sistema di accoglienza. Il M5s: "E' un serbatoio di corruzione"

ROMA - Approvata oggi all'unanimità la relazione della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza. "Il Cara di Mineo deve chiudere. Questa è la definitiva conclusione a cui è giunta, dopo un lungo e complesso lavoro, la relazione votata stamattina in commissione d'inchiesta sui Cie-Cara - hanno detto i deputati del MoVimento 5 Stelle Giuseppe Brescia, Vega Colonnese e Marialucia Lorefice -. Una relazione che alla fine ha dovuto prendere atto della nostra precedente mozione, bocciata in aula, che ravvisava tutte le criticità di uno dei centri d'accoglienza più grandi d'Europa, diventato nel tempo soltanto un serbatoio di corruzione e clientele politiche, con inchieste della magistratura che hanno messo in luce un sistema non dissimile da quello scoperto dalla Dda di Catanzaro che ha coinvolto il Cara di Isola Capo Rizzuto".

"Sul tema dei migranti - osservano i parlamentari - si fa molta retorica a uso e consumo delle televisioni, e poi la politica in primis mangia sulle spalle dei disperati e degli ultimi, costruendo vere e proprie economie inventate dal nulla fatte di assistenzialismo che non hanno certo il fine di aiutare ed essere solidali, ma semplicemente di cementare bacini elettorali. Una guerra tra poveri, alimentata ad arte che poi lascia sul campo problemi immani come il Cara di Mineo, ormai una situazione completamente degenerata. Il governo - concludono - deve procedere alla chiusura immediata di Mineo e senza indugi. Se potevano ignorare la nostra mozione, la relazione in commissione è un documento che non può essere semplicemente messo in un cassetto e dimenticato".

"Il Cara di Mineo va chiuso nel più breve tempo possibile. È scritto nella relazione approvata stamattina all'unanimità dalla commissione di inchiesta sul sistema di accoglienza. Va chiuso perché è stato l'emblema del fallimento del nostro sistema di accoglienza", ha commentato Erasmo Palazzotto (Sinistra Italiana-Possibile), segretario della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza.

"Dall'individuazione della struttura alla scelta dell'ente gestore - osserva Palazzotto - è evidente come il fenomeno corruttivo al centro delle indagini di tre Procure, nasca dal rapporto perverso tra la politica e una parte del sistema di impresa legato all'accoglienza. Un modello criminale e criminogeno che nasce col chiaro intento di lucrare sulla pelle dei rifugiati".

"Dalla relazione emerge poi - prosegue il deputato - una chiara responsabilità politica oltre che morale sulla vicenda Mineo. Per la prima volta si affronta un problema che la politica per troppo tempo ha voluto ignorare a partire dal ministro Alfano che ha sempre protetto quel sistema. Non è compito della politica accertare le responsabilità penali, ma non possiamo accettare che chi è stato responsabile di un disastro di questa portata continui a ricoprire incarichi di Governo. Il sottosegretario Castiglione si deve dimettere".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.