Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 24 giugno 2017

Palermo: una gaffe rompe il silenzio
Orlando al 42% sul sito del Comune

Per alcuni istanti on line le schermate con le percentuali. L'amministrazione: "Era solo un test del sistema informatico". Scoppia il caso: "Un fatto grave"

PALERMO - Risultati parziali sulle comunali palermitane sono apparsi e poi sono stati rimossi dal link http://comunali2017.comune.palermo.it/TOT_1_82053.xml. Per pochi istanti nella sezione dedicata alle comunali di domani - urne aperte dalle 7 alle 23 - sono apparse percentuali di voto relative ai candidati a sindaco e alle liste.

Dati evidentemente fittizi, forse un test di funzionamento della piattaforma online, ora non più visibile perché il link è irraggiungibile. Il Comune fa sapere che si tratta dei test del sistema che domani sarò utilizzato per mostrare i dati in tempo reale. La diffusione è stata fatta da un singolo dipendente comunale di cui si sta accertando l'identità.

LE REAZIONI. Uno dei sei candidati a sindaco, Ismaele La Vardera, nella propria pagina Facebook ha pubblicato degli screenshot della pagina ora offline: "In questo momento sta accadendo una cosa stranissima nel sito del Comune - ha scritto Ismaele La Vardera - stanno apparendo delle strane percentuali, qualcuno ci spieghi. Se era un test dovevano oscurare il sito per fare queste prove. Stranamente il risultato di questo test vedeva Orlando al 42%, non vorrei pensare a un'eventuale indicazione di voto nella giornata del silenzio elettorale".

Dice il deputato Alessandro Pagano della Lega-Noi con Salvini, coordinatore Sicilia occidentale: "La gaffe sul sito istituzionale del comune di Palermo è un fatto molto grave. È apparso un fantomatico spoglio elettorale, con tanto di numeri e percentuali dei voti, sia dei singoli candidati a sindaco e sia delle liste collegate. Guarda caso chi era il sindaco vincente? Orlando. È inammissibile che a meno di 24 ore dalla consultazione, in pieno silenzio elettorale, possa accadere una cosa simile. Ne va della stessa regolarità del voto. Sciatteria, errore o altro, bisogna capire cosa sia effettivamente successo e credo che anche le competenti autorità nazionali debbano accendere un faro su questo episodio".

"Fratelli d'Italia presenterà un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno Minniti per denunciare un fatto scandaloso: nonostante il silenzio elettorale, sul sito ufficiale del Comune di Palermo per le amministrative sono comparsi oggi i dati di un sedicente spoglio che vedrebbe al primo posto proprio il sindaco uscente del Pd Leoluca Orlando", scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

"Siamo di fronte ad una violazione gravissima della legge che danneggia pesantemente tutti gli altri candidati e che non può rimanere impunita. Saranno solo i palermitani a decidere chi vincerà domani le elezioni e a loro Fratelli d'Italia dice: se volete il cambiamento - conclude Maloni - l'unico voto utile è quello alla lista 'Centrodestra per Palermo' che sostiene la candidatura a sindaco di Ismaele La Vardera".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.