Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 22 ottobre 2017

In marcia contro la speedy-pensione
"Noi 5 stelle abbiamo rinunciato"

Corteo di centinaia di persone a Palermo. I parlamentari: "Vergognoso ricevere il vitalizio per 4 anni di lavoro"

PALERMO - Sindaci, deputati all'Ars, attivisti del Movimento 5 stelle e cittadini. Oggi a Palermo in centinaia hanno sfilato in una passeggiata dai Quattro Canti a Palazzo dei Normanni per dire no ai privilegi della casta.

"Oggi, con soli 4 anni, 6 mesi e un giorno di permanenza a Sala d'Ercole, i deputati all'Ars hanno maturato il diritto a un assegno di poco più di mille euro lordi - dicono i parlamentari -. Manifestiamo lo sdegno contro questo privilegio. Andare in pensione dopo meno di 5 anni è inaccettabile, bisogna abolire questa assurdità. Noi abbiamo rinunciato e abbiamo pure presentato una proposta per cancellare questo percorso privilegiato per tutti”.



Lo hanno chiamato il giorno della verGOGNA: “La pensione veloce per i deputati è un pugno alla stomaco per i cittadini. Non potevamo fare passare sotto silenzio questa ingiustizia, un pugno nello stomaco per i cittadini, per i quali questo diritto scatta dopo oltre 42 anni di lavoro. Il M5s al vitalizio travestito da speedy-pensione ha rinunciato nei giorni scorsi, con tanto di lettera ufficiale depositata agli uffici dell'Ars e ha fatto il possibile per cancellare questo percorso di favore per tutti gli altri deputati regionali, presentando una proposta di modifica del regolamento delle pensioni dell'Ars all'ufficio di presidenza di palazzo dei Normanni”.

“Chiederemo costantemente – ha detto Giancarlo Cancelleri nella brevissima agorà di chiusura della manifestazione sotto le finestre dell' Ars – notizie sulla nostra proposta di modifica e invitiamo la stampa a fare altrettanto. Questo vitalizio travestito da pensione va assolutamente abolito”.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.