Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 24 luglio 2017

Pubblicato: 28/05/2017

"Siamo diversi. E spodesteremo il re"

L.Cil. / 
La deputata regionale del M5s Gianina Ciancio al "Faccia a faccia politico" di Antenna Sicilia: "Non vediamo l'ora di andare al voto e mettere fine al disastro Crocetta"

Il M5s all’attacco: “Non vediamo l’ora di andare a votare per mettere fine al disastro Crocetta, un re Mida al contrario che rompe qualsiasi cosa tocchi”. Una voce che non è quella dei soliti volti noti pentastellati, ma Gianina Ciancio è certamente uno dei punti di riferimento del Movimento nella Sicilia orientale.

Il deputato regionale del M5s stasera sarà ospite di “Faccia a Faccia Politico”, l’approfondimento giornalistico condotto da Luca Ciliberti con il vignettista Totò Calì. “Fino a oggi abbiamo votato sulla base dei programmi, le poche cose che questo governo ha fatto per i cittadini sono per merito del nostro lavoro all’interno dell’Ars. Oggi il palazzo è un po’ più trasparente”, spiega la catanese che con i suoi 27 anni appena compiuti è la parlamentare regionale più giovane.

L’analisi di Pietro Vento, direttore Demopolis, conferma il sentimento degli elettori siciliani alle politiche regionali: a oggi il M5s raccoglierebbe il 37% dei consensi, il caos delle firme false di Palermo non ha minimamente intaccato la simpatia dell’elettorato verso il partito di Grillo. “Noi siamo diversi: fino a oggi abbiamo restituito ai siciliani oltre 3 milioni di euro senza considerare le indennità, i rimborsi chilometrici e i benefit a cui abbiamo rinunciato. In questi anni abbiamo fatto più noi da opposizione, che l’intera maggioranza di governo”.

L’istituto di sondaggi siciliano analizza anche il voto ai partiti per fasce di età. Una ulteriore conferma che il M5s attira un elettorato giovane e che ha voglia di cambiamento. “Il movimento 5 stelle non è fatto per stare all’opposizione - dice Ciancio -, noi dobbiamo governare per rimettere in sesto la macchina amministrativa e burocratica, se lo avessero fatto fino a oggi gli altri partiti non saremmo esistiti noi. Non abbiamo esperienza? Meglio un onesto principiante che un esperto delinquente. Faremo spoil sistem e se qualcuno non andrà bene lo cambieremo anche in corsa, il nostro obiettivo è il bene dei siciliani”.

Sollecita dalle domande dei giornalisti Mario Barresi (La Sicilia) e Antonio Fraschilla (La Repubblica), l’onorevole Ciancio (“Non sono parente di…”) svela anche il meccanismo della scelta del candidato presidente alla Regione: “Presenteremo la lista e contestualmente la squadra di giunta, non solo tecnici ma anche politici. Cancelleri? E’ il nome mediaticamente più forte, ma dovrà essere votato on line dagli iscritti. Grillo e Casaleggio? Non ho neanche il numero, non ho motivo di chiamarli”.

Twitter: @LucaCiliberti




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.