Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 24 ottobre 2017

Migranti: 34 cadaveri recuperati
Tra le vittime tanti bambini

Proseguono le ricerche della Guardia costiera per il timore che vi siano dispersi che viaggiavano sul barcone diretto in Italia

PALERMO - Si aggrava il bilancio del naufragio di un barcone carico di migranti diretto verso l'Italia, avvenuto questa mattina a largo del porto libico di Zuara: i cadaveri finora recuperati sono 34 e si temono dispersi.

Tra le vittime si conterebbe anche una decina di bambini.

Lo si apprende da fonti della Guardia Costiera italiana, che sta coordinando i soccorsi.

Trenta dei 31 cadaveri sono stati trasferiti a bordo di nave Fenix, uno su nave Fiorillo. Nella zona proseguono le ricerche.

In tutta l'area del Mediterraneo centrale, dove oggi, per le favorevoli condizioni meteorologiche, si registra un "traffico" intenso di imbarcazioni dirette verso l'Italia, la Guardia Costiera, che sta coordinando tutte le operazioni di soccorso, sta impiegando 14 navi: quattro - un pattugliatore e tre motovedette - sono della stessa Guardia Costiera.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.