Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 21 luglio 2017

"Il governatore se ne vada. Siamo l'unica speranza in una città devastata"


PALERMO - "Crocetta farebbe bene a dimettersi". il gruppo parlamentare del M5s all'Assemblea siciliana si schiera subito contro il presidente della Regione siciliana, indagato per concorso in corruzione nell'inchiesta della Procura di Palermo che ha portato all'arresto dell'armatore della Liberty lines, Ettore Morace, del deputato regionale Girolamo Fazio e di Giuseppe Montalto, capo della segreteria particolare dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pistorio.

"Da decenni il potere in questa città è stato rappresentato da sole due persone: Girolamo Fazio e Antonio D'Alì" in "un sistema di potere che ha lasciato macerie in una città con enormi potenzialità e ricchezze, ma di cui hanno fatto terra bruciata. Oggi più che mai a questa città serve un governo a 5 stelle, per ripulire tutto e seminare buoni frutti in questa terra bruciata", scrive sul blog di Beppe Grillo il candidato alla carica di sindaco dei 5 stelle a Trapani, Marcello Maltese.

"Sarà dura, lo sappiamo, ma abbiamo dalla nostra la determinazione e la voglia di riscatto dei cittadini trapanesi onesti, quelli con cui da mesi dialoghiamo e che hanno scritto il nostro programma con le idee che realizzeremo per liberare questa città una volta per tutte da chi non vuole il riscatto e lo sviluppo di questo straordinario pezzo di Sicilia. Il M5s è l'unica speranza rimasta".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.